Siamo tutti Pietre Preziose

Pietre Preziose: brillante

Le pietre preziose sono ciò che più attrae le sue amiche più care, le femmine di uomo 🙂 ma sono state anche ragione di guerre in passato e persino al giorno d’oggi, sia per accaparrarsi le terre in cui questo composto minerale naturale è presente, sia per i diritti di estrazione dalle viscere della terra.

Al Diamante abbiamo dato un nome per ciascuna variante chimica, Tanzanite, Spessartite, Zaffiro, Rubino, Smeraldo, Zircone, Spinello, Paraiba, Padparadscha, Tormalina, Chrysoberyl, Danburite, Diaspora, ecc., in realtà tutte le Pietre Preziose costituite di carbonio al 99,99%.
Il Diamante infatti è composto principalmente di Carbonio e qualche atomo ordinato di un altro elemento chimico.
Il carbonio è la stessa composizione chimica della grafite delle matite o del carbone della vostra grigliata.
Cosa le rende “Pietre Preziose”, se provengono tutte da una cosa così comune come la grafite o il carbone? É presto detto. Avendo una struttura cristallina molto più compatta, è molto più duro, anzi è il materiale più duro che si conosca sul pianeta. Nell’universo esistono altre forme della materia, molto ma molto più dure. Basti pensare che un cucchiaino da caffè di ciò che compone una stella supernova o un buco nero, qui sulla terra peserebbe diverse tonnellate e sbriciolerebbe un diamante sotto i vostri occhi.

Pietre Preziose: materia superdensa
Anche il vetro è composto principalmente di carbonio, ma senza l’effetto della pressione e dell’ordinamento degli atomi verso un punto magnetico, rimane solamente un agglomerato fragile di materia. Fragile, ma quasi pietra preziosa, nel senso che essendo ex silice povera e pur sempre pietra, molto utile, indispensabile oggi nella nostra società.
Torniamo alle vere pietre preziose.
Non bastasse, al Diamante, gli abbiamo dato anche delle caratteristiche che per nulla descrivono la reale struttura di cui è composto, ad esempio il Peso in Carati*, il Colore per emulazione di qualcos’altro, la Purezza, il Taglio, ma nulla che ci dica il Peso Atomico, o Densità Atomica per esempio [numero di atomi per unità di spazio], che sarebbe la sua informazione più importante visto che è questa, insieme al resto, a determinare il grado di durezza. Se ciò fosse stato fatto, oggi ci sarebbero prezzi diversi per buona parte dei diamanti in circolazione e non si giudicherebbe una pietra preziosa dal suo colore, brillantezza e altre facezie.

  • 1 carato = 0,2 grammi

Pietre Preziose: diamante

Abbiamo letto informazioni di pietre preziose in un modo che ci porti verso una introspezione della nostra cultura e società.

Ecco, veniamo ora ad altre Pietre Preziose: anche gli esseri umani sono composti in buona parte di carbonio, come lo sono gli alberi e molto di ciò che ci circonda. Un metodo di classificazione simile a quello usato per le Pietre Preziose è applicato anche per gli esseri umani, i quali non vengono descritti per le loro capacità – al massimo questo diventa un nomignolo – ma per ciò che dovrebbero essere le peculiarità secondo il nostro punto di vista, basandosi oltretutto su un metro ogni volta diverso: bravo/a figlio/a, scolaro/a, ragazzo/a, compagno/a o marito/moglie, padre/madre… idem non si viene valutati per le reali capacità di ognuno di noi, ma per quello che si dovrebbe raggiungere come obiettivo agli occhi nostri.

Così un qualunque essere umano viene giudicato per quello che potrebbe dare e non per quello che è già in realtà. Si viene inquadrati per il nostro aspetto, al pari delle pietre preziose, quindi per l’apparenza e non per la sostanza.

Un modo effimero di parvenze da cui non si può che restare delusi. Se proiettiamo sugli altri le nostre aspettative, prima o poi coloro che sono già se stessi le tradiranno. Così scatterà il senso di sconforto, che ci farà odiare intimamente colui o colei che ha deluso le nostre aspettative.
Veniamo come ulteriore esempio al discorso stranieri, dei quali, invece di apprezzare la loro diversità e arricchirsi della loro cultura, ci aspettiamo che operino e si comportino secondo i nostri standard. Infine li giudichiamo dalla nostra elevata altezzosità per aver tradito quello che gli abbiamo affibbiato unilateralmente.
Sembrerebbe un mondo di merda, ma non può finire così, siamo partiti dalle pietre preziose.
Eppure è banale la questione. Più viviamo le nostre vite e più ci uniformiamo. Quando andiamo in un altro paese ci sorprendiamo che le nostre usanze non siano ben viste da tutti gli altri, ma pretendiamo allo stesso modo che gli stranieri in casa nostra si uniformino immediatamente alle nostre limitazioni.

Siamo tutti come i diamanti, pietre preziose, perfette creazioni da sopravvivenza, capolavori della natura, peccato per quell’illimitato senso dell’orgoglio e altre deviazioni standard, che inceppano il centro di controllo di questa macchina imperfetta, che non ci fanno apprezzare il mondo e l’universo per quello che è.

 

PS. Pochi diamanti sono puri e pochissimi hanno una densità utile a renderli qualcosa di più che un inutile pendaglio.

Rispondi