questo lodo Alfano, che già fa schifo il nome, e i risvolti della terza repubblica

La Corte Costituzionale ha giudicato illegittimo il cosiddetto “lodo Alfano”, che sospende i processi per le 4 più alte cariche dello Stato.
Sono felice per la soluzione democratica, un po meno per tutti i risvolti della faccenda: contento che i truffatori e gli illegittimi possano finalmente essere giudicati, molto meno che in una consulta composta da tante persone ferrate in materia ( molti consulenti oltre al numero esiguo di giudici della corte ), solo 9 giudici abbiano deciso che ciò che il popolo ha già votato a suo tempo, con un referendum, sia oggi anticostituzionale.
Perché non si esprimono sul costo dell’informazione ad esempio? anche questo è anticostituzionale: l’Art. 21 cita il Diritto all’Informazione come un valore imprescindibile. Perché non rilevano tutti i vizi e difetti delle leggi che passano quotidianamente sotto i loro occhi, palesemente a sfavore della Costituzione? Perché non commentano sulla disparità delle donne? Sui privilegi di alcuni a fronte di altri? Sul fatto che nessuno sta lavorando per ridurre gli effetti della crisi culturale ed economica che ha attaccato il nostro paese, ma anzi favorisce norme e leggine che non aiutano minimamente e fanno invece sprofondare ancora di più il paese?
Ce ne sarebbero a bilioni di difformità dalla costituzione passate sotto i loro occhi, documenti ENORMEMENTE anticostituzionali, che non cito per mancanza di tempo e per non tediare il classico lettore medio, ma in moltissimi casi i giudici della consulta si sono espressi contro le norme di base nel mitico libro contenute, faccio perciò solo un paio di esempi.
Eppure….( e vale anche per i Magistrati ), quanto opportuna sarebbe la osservanza del principio “MALE NON FARE, PAURA NON AVERE”!
Eppure… se vuoi denunciare un magistrato per abuso e/o omissione di atti di ufficio, oppure per divulgazione di notizie alla stampa prima del completamento dei termini processuali dell’istruttoria, ebbene, non puoi andare in un comune ufficio denunce di Polizia e Carabinieri, no, non è così semplice, ti devi rivolgere alla Corte di Giustizia Europea… il che equivale per un qualunque comune cittadino a non fare niente…

Come si sono risolte finora le “pendenze giudiziarie” dei Politici, al termine del loro mandato, per scadenza dei termini di soggiorno nei palazzi del potere o per dimissione volontaria? Ricordiamo mani pulite… qualcuno è morto, qualcuno è ancora dentro a scontare la propria pena.
Bene o male, non sta a me il giudizio.
Ora pensiamo al quel magistrato che ha nascosto atti di causa per 10 anni in favore di un mafioso estremamente potente e pericoloso… è stato semplicemente trasferito.
Tutti quei giudici e magistrati che passano quotidianamente informazioni riservate, perché atti di causa sotto segreto istruttorio, a stampa e televisioni? Non ho mai sentito di una punizione in questi casi.

Il lodo Alfano non era una immunità definitiva, ma solo temporanea sino alla fine del mandato, sarebbe bastato includere una norma che facesse attendere i processi senza prescrizione, fino alla fine di tutte le cariche elettive. Ciò che avrebbe tra l’altro impedito il ricandidarsi dell’imputato onorevole. L’atto perpetrato ha perciò più odore politico che costituzionale.

Il “Lodo Scalfaro” è la lampante dimostrazione che l’Art.3 della Costituzione non può in alcun modo essere interpretato in maniera restrittiva da essere causa di bocciatura del lodo Alfano, dato l’essere ancora in vigore di questa norma.
L’Art. 3 della Costituzione recita:
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e SONO UGUALI DAVANTI ALLA LEGGE, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
Mentre il “lodo Scalfaro” si oppone con:
È punito con la reclusione non inferiore a dieci anni, qualora non si tratti di un reato più grave, chiunque commette atti diretti a impedire, in tutto o in parte, anche temporaneamente, al presidente della Repubblica e ad altre cariche istituzionali l’esercizio delle attribuzioni o delle prerogative conferite dalla legge.
[ … basito … ]
Lo hanno già fatto per Scalfaro. Forse che Scalfaro era meno uguale di altri ? Sembrerebbe di si.
Dura lex sed lex, oppure chi di legge ferisce, di legge perisce. Questo dovrebbe essere l’indignazione di un popolo, un motivo per la rivolta ed invece vedo solo un piccolo gregge di pecore ribelli, qualche leader che cavalca l’onda del malcontento e un po di giornalisti che ci lavoreranno sopra per vendere altra pubblicità. Niente di pratico, niente di efficiente.

Un nuovo Colosseo, dove far combattere i gladiatori in una bolgia mediatica, mentre gli sporchi giochi di potere possono continuare indisturbati, essendo il popolo impegnato a guardare l’arena.

Mi pare che si voglia parlare tutti quanti sempre e solo delle solite cose e solite persone, che sono più facili da attaccare perché già sulla bocca di tutti. Populismo. Dal mio punto di vista sembra solo un voler colpire una persona, questo atto è palesemente un leguleius primis, piuttosto che veramente il far rispettare la Costituzione.

Continuando l’Art. 3: È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Su quel 5% del rientro di capitali dall’estero si doveva parlare, ma l’attenzione di tutti si è catapultata solo sulla questione del nemico da distruggere… poveri pazzi!
Mentre siamo sotto la morsa del 55% di tasse ( 38% alla fonte e il residuo indotto di acquisti per beni e servizi ), siamo qui a mordere la carogna invece di guardare il varco di miliardi di vacche che si apre a nord. Che schifo!

Per uscire dalla grave crisi sociale, economica, culturale ed etica che stiamo vivendo, per costruire un’Italia migliore in un mondo migliore, serve un forte investimento culturale per promuovere una nuova scala di valori, per rafforzare gli ideali della nonviolenza, del rispetto degli altri, della democrazia, della legalità, della solidarietà, della giustizia sociale, dell’equità, della partecipazione. Serve far crescere ogni giorno conoscenza e memoria. Serve dare valore alle cose e ai comportamenti che contano. Questo sarebbe merito dell’informazione che attualmente non c’è, oggi si coltiva ignoranza perché è molto più redditizia… Perle ai porci no! Il know-how ( le perle ) hanno un prezzo troppo elevato per fornirlo a noi ( i porci ).

Oppure alla consulta della ‘corte costituzionale’ hanno solo avuto timore delle minacce di morte, o la rivolta delle oltre 4.000 email ricevute sino a ieri ( ? ) C’è da pensarci…

Sono comunque felice che abbia vinto la democrazia e che ogni cittadino sia pari di fronte a tutti gli altri davanti alla legge, non vedo l’ora che finalmente i processi possano proseguire indisturbati e che ora qualcuno sia costretto a pagare per le sue malefatte, ma per la celerità con cui i diritti di pochi sono stati valutati a fronte dei mancati doveri delle istituzioni verso il popolo, mi vergogno di essere Italiano.

Quando verranno colpite queste cariche e ci sarà un nuovo governo, voglio vedere l’opinione di massa, aggiungo di nuovo, populista e mediocre, contro chi se la piglierà. Perché qualcuno su cui scaricare le frustrazioni lo dovranno scegliere comunque, dopo.

Io mi sento e sono un Italiano diverso, che pensa con la sua testa, non con quella dei suoi leader e compagni che si è scelto.
Da oggi in poi guarderò con maggior considerazione quei miei contatti che giochicchiano con i quiz, non sono da compatire meno di tutti quei tecnocratici amici che subissano di messaggi politici e partitocratici questo mio spazio, con la loro immonda spazzatura di pannolini riciclati avvolti intorno a cacca politica. Quel qualcosa di politico ideale, che ha lo stesso senso di quei poveri sciagurati che guardano lo sport in TV pensando così di praticarlo.

Mi spiace per voi poveri illusi, che pensate di fare qualcosa per il paese divulgando quello che vi passano sottobanco spacciandolo per verità. In realtà non siete tanto meglio di chi combattete, anche voi non volete perdere i vostri privilegi e infatti non fate proprio nulla per cambiare le cose, perché ciò che fate non cambierà il paese ne il mondo, come non è stato cambiato dalle generazioni passate. Ci sarà sempre un leader, ci sarà sempre il potere, ci sarà sempre disuguaglianza, in barba alla Costituzione e ai diritti civili.

4 pensieri su “questo lodo Alfano, che già fa schifo il nome, e i risvolti della terza repubblica

  1. ma dai…scherzavo! anzi, e’ una nota molto interessante, (mi incuriosisce il passaggio sui “tecnocrati amici”) e che mi stravolge a volte il tuo passare dal cazzeggio totale alla serieta’ assoluta, ma sara’ l’effetto “tutto o niente” 😉 ciaoooo!

Rispondi