monti rossi, monti blu

guardo al fondo del visibile
stringo gli occhi e vedo ovunque cielo
dai neri ai blu, tutti compresi
scendo fino al dipinto del rosso e del giallo
dal carminio al pallido
in velate sfumature di caldo
che accarezzano le montagne
e si posano su ogni dove intorno a me

unito al verde, all’azzurro, tutto diviene contrasto
il bianco scompare

quanta bellezza, mi coglie il pensiero
tanta meraviglia è visibile solo da qui
non vi è posto nell’universo, ne l’astronauta
neppure la luna può coglierne la magnificenza
i profumi e i suoni completano il teatro
come fosse un concerto divino

spero tu possa veder lo stesso in questo istante
se non lo puoi, eccotelo dedicato

Rispondi