la critica non è ironia, non è satira, fare critica non è fare, la critica è critica, ma anche ignoranza

criticare1

fare critica non è fare
criticare è molto più comodo che fare qualcosa
far qualcosa richiede impegno, cuore e anima
documentazione
verifica delle fonti
attuazione
e qui sto già parlando del lavoro di mesi se non anni
collaborazioni e fallimenti
rinascite e apparenti perdite di tempo
risorse, tempo e nessun rimborso

Questo slideshow richiede JavaScript.

ma andiamo oltre
per fare critica basta guardare
quindi criticare
criticare viene da un piccolo punto del cranio, si chiama ignoranza, forse a volte anche un po’ dallo stomaco
comprendere, condividere e partecipare sono invece frutto dell’empatia, ‘roba’ che viene dal cuore e dall’animo
mentre la critica difficilmente è costruttiva, perché puramente fine a se stessa, al fatto in se
quindi la critica è sempre sterile quando solitaria
inutile

CRITICA Destruc
se chi critica non mette in atto la sua controproposta passa proprio da idiota
da divaneggiatore ( pardon il neologismo )
l’atteggiamento è come l’esperto delle 3P
che non è un partito politico o loggia massonica
ma Politica Pallone Pubblicità
le 3P appunto, 3 cose di cui ogni italiano si sente in diritto di parlare
in special modo il tipo criticone
ti riconosci?
spero di no


oltretutto criticando non si è soggetti alla critica del fare
ma solo alla critica della critica
che seppur brucia code è pur sempre vuoto a rendere
quindi
lo chiedo con parsimonia ma anzi no
lo chiedo con accentuata spinta al volersi dare una mossa
per una volta
la prima e l’ultima
poi non dico più nulla a questo proposito
giuro ( al massimo riporto un link a questo post )
e non mi riferisco sicuramente a chi sta già facendo

lo vogliamo cambiare la nostra condizione?
vogliamo che cambi?
cambiamola!
ci sta bene così?
bene
andiamo avanti

per chi crede che sia necessario un cambiamento
le possibilità ci sono
le occasioni anche
stiamo vivendo ognuno situazioni che comportano ogni giorno delle scelte
le scelte possono portare ad iniziativa, eventualmente collaborazione se proprio non si è al momento in grado di portare un’idea propria
lasciamo perdere le critiche a quelli che fanno, tanto per fare qualcosa
non t’è mai venuto il dubbio che puoi criticare proprio quel qualcuno che intanto fa?

depositphotos_3079017-IDEA.-Seamless-vector-background.
quindi che fai? critichi solamente?
non va bene
che siano critiche che producono qualcosa
tipo, dopo che hai trovato questo enorme inghippo cerca anche una soluzione
altrimenti
ripeto
è meglio il silenzio, forse hai bisogno di pensarci su ancora, quindi in seguito agire
ma preparati
fai anche tu e verrai criticato…
sei pronto a questo grande danno morale?

ego

pfiuuu ora respiro
tutta in un botto
fa male
lo so
mi fanno male le dita
ma faceva male anche prima a me vedere sempre la stessa solfa

però ti riconosco un merito
almeno la critica sgonfia è sempre qualcosa di più del silenzio assenso

lavoratori

Rispondi