La candidatura

Ho appena finito di caricare il video su youtube. Il testo l’ho pensato ieri sera, un amico fidato [che ringrazio] lo ha espanso questa mattina, poi ho cooptato un altro amico al volo [che ringrazio] per il cavalletto video a cui abbiamo montato il telefono e il microfono “prolungato” che ho saldato ieri sera riciclando delle vecchie cuffie per telefono, infine nel pomeriggio ho provveduto a montare il video con le slide con il mio fidato computer… ed ecco il risultato. A breve vorrei trovare il tempo di preparare altri video che espandono gli argomenti trattati.

 


Questo il testo che avevo buttato giù da cui è nato lo speech che è venuto nel video.
All’interno del filmato è presente la funzione sottotitoli per chi ne ha necessità. Per attivarla premere il pulsante nella barra in basso del video.

«Ciao sono Stefano Monti, nella vita mi occupo di programmazione e tecnologia. Sono padre di 3 figli. Vivo in Emilia Romagna.

Sono entrato a far parte del MoVimento 5 Stelle nel 2009 grazie ad alcuni amici dei Meetup di Milano e Napoli che mi hanno segnalato la nascita del MoVimento.
In precedenza avevo assistito all’assemblea in cui è stata realizzata la Carta di Firenze, dove tutto mi sembrava bellissimo ed improbabile… oggi è incredibile 😉 siamo qui tutti insieme a cambiare le sorti del nostro paese!
Ma c’è ancora tanto da fare come puoi vedere: questo è un inceneritore!
A pochi metri da qui un’autostrada a 8 corsie con una pannellizzazione insufficiente.
– fine location 1
Ho assistito alle riunioni del Meetup di Bologna, perché in quel periodo abitavo e lavoravo lì, ma non sono riuscito a vedere l’applicazione di quel che cercavo e che avevo letto nella Carta di Firenze, nel NON statuto. Nel frattempo, durante le elezioni provinciali del 2009, scoprii il Meetup di Rimini e cominciai a condividere la loro lotta all’inceneritore, alla mala amministrazione e al degrado. Così ho conosciuto il fantastico gruppo di Rimini.
Poi vennero le elezioni regionali del 2010 e cominciai a capire che il Meetup aveva bisogno di aiuto. Da quel giorno non ho più mollato un attimo e oggi sono ancora qui.
Ma c’è anche lui: un depuratore a cielo aperto in pieno centro abitato, dall’altro lato un aeroporto con una linea di rotta sulle tantissime abitazioni che ci sono qui.
– fine location 2
Da quel giorno mi sono occupato di ambiente, cercando di dare il massimo possibile affinché venissero pubblicati i dati reali sull’inquinamento ambientale del nostro territorio. Dati che mancano assolutamente.
Noi attualmente non sappiamo con certezza se il nostro ambiente è veramente così inquinato come lo descrivono l’Europa, l’istituto di statistica ISTAT, l’agenzia regionale per l’ambiente ARPA.
Per questo motivo ho proposto nei consigli comunali limitrofi la realizzazione e l’implementazione di un protocollo comune per un piano ambientale condiviso, oltre a dei piani per la tutela della salute pubblica in caso di emergenza e soprattutto la Georeferenziazione delle Patologie, in modo da conoscere con assoluta ed estrema certezza la situazione del nostro territorio.
In questo mio operare non ho trovato la partecipazione che mi aspettavo, se si escludono gli eletti del MoVimento ☆☆☆☆☆ e qualcuno di illuminato tra gli amministratori del territorio.
Perciò oggi sono qui a registrare questo appello!
Aiutami a raggiungere l’obiettivo! Noi possiamo migliorare davvero il nostro ambiente sociale, il nostro territorio, la nostra quotidianità, con interventi concreti a seguito delle nostre proposte e attività in consiglio regionale.
Come puoi vedere nel tuo ambiente in cui vivi, ci sono problemi enormi che vengono sottovalutati come se fossero normali.
Dall’altro lato, intanto, un treno sfreccia di fianco alle case a 130 km orari, superando i 140 decibel.
Tutto questo deve dirci se ci fa male, eventualmente dovremo migliorarne l’infrastruttura.
Permettimi di farlo, io comunque non mollo!
Ciao, a presto, e grazie per l’attenzione!»

Rispondi