è un assassino


Pieno, ricco, cuore caldo, innamorato
insensibile, io, gli ho sparato
un solo colpo, una cannonata, finito.
Ora sento il fiele del risultato
salacido cattivo, amaro smisurato.

Felice, triste, lavoro, vita, non tu.
Pace, amore, disperazione,
un turbine coglie ogni attimo
mi agguerisce con me stesso.

Nessun dubbio ho adagiato
ne minimamente ci ho pensato
a quel retrogusto del fondo palato.
Di questi crampi mi sono riempito
un grave delitto ho veramente eseguito
un cuore tronfio freddamente colpito.

L’amore ho ucciso, cosa sento ora?
Quando la cosa più importante se ne va
tutta la tua vita ti sfugge tra le mani
che importanza hanno i colori
che importanza ha la mia casa
cosa conta veramente adesso?
Sinceramente? Non lo so.

Sono pieno di vuoto finito
ora mi sento proprio un bandito
per quel cuore a freddo centrato
per il gesto insano compiuto
per quell’enorme vuoto creato
per il mio io sotterrato
e dell’amore insieme celato.

Ti ho perduto senza cattiveria
come è possibile perdere un amore
così grande e ancora incompleto.
L’amore porta amore
come mai ieri l’ho perso?
Eppure ancora tanto ti sento…

Infatti, sorridi! non mi è stato possibile
all’ultimo ho mancato delle forze
il solo pensiero mi dona tristezza
prove generali di una disfatta
non avrei mai potuto farlo
quell’amore sei tu.

Rispondi