crepuscolo

l’ombra si allunga e la luna appare
il carro di stelle a far capolino
gronda di buio l’azzurro
il sole disegna ciò che di scuro non prende il rosso
sembra non giorno, pare non notte
nel breve il nero disegno è varcato

ombre di nuvole fiere
come sentimento sbriciolato
sulla tavola confuso
diviso in parti insensate
alla mercé del tempo

la tua voce è un bel ricordo
come il vento suona lontana
il pensiero tuo non svanisce
di te ne è pieno il cielo
ineguagliabile amore

Rispondi