Casa DIY: fatevela da soli!

Una casa DIY [Do It Yourself, letteralmente “Fattela da Solo”] è un progetto che consente di acquisire conoscenza di base per auto-costruirsi una casa modulare, espandibile, pronta per l’uso dopo la coibentazione e l’arredo.
Esistono diverse soluzioni di questo tipo per costruirsi una casa in modo più o meno impegnativo, ma quando tanti anni fa sono capitato su questa pagina, ho scoperto un architetto molto geniale, che ha abbinato vecchia consapevolezza a nuova tecnologia e un pizzico di genio misto ad ironia.

Basti sapere che i disegni originali del progetto – passo dopo passo [1,2,3,4,5,6] – sono fatti a mano come fumetti e comprendono persino i costi delle viti.
Da notare la struttura esterna di ondulato nero, che, per quanto brutto, consente di avere una temperatura e umidità abbastanza costanti sia all’interno che per il legno all’esterno, ad un costo veramente irrisorio.

Sorpreso benevolmente dalla disponibilità di Dominic nell’offrire al mondo un progetto così sostenibile, ben fatto e documentato, ho progettato con le sue indicazioni una casa in 3D, grazie al programma gratuito GoogleSketchUp, così che fosse permesso di vederne la struttura ancor prima di costruirla, in modo da poter fare con esatta proporzione il conteggio dei materiali, quindi la possibilità di modificarla ed eventualmente ampliarla.

Certo, queste cose sono da professionisti, pertanto è sempre consigliato avvalersi di architetti, ingegneri, geometri, manovali esperti, elettricisti, idraulici…, rimane comunque sempre un gran bel progetto di facilissima realizzazione, a patto di spendere qualcosina in noleggio attrezzature per la lavorazione del legno e la consulenza di esperti, al di fuori dei 25.ooo euro necessari per il materiale.

Teoricamente, mantenendo lo stesso profilo per oneri di urbanizzazione, noleggi attrezzature, consulenze, coibentazione, la cifra totale potrebbe aggirarsi sui 40k/50k euro.

A questi importi si possono aggiungere comodamente impianti fotovoltaici, solari e geotermici, nonostante ciò rimanere ancora abbondantemente sotto i 1oo.ooo euro, che sono equivalenti alla soglia minima per una casa di mattoni e cemento armato.



 

Rispondi